Carnevale nel Sambodromo: come un racconto delle fate

Carnaval no Sambódromo: Contos de Fada brasileiro
9 de Febbraio de 2016
O castelo
10 de Febbraio de 2016
Show all

Lo spettacolo del carnevale sulla Avenida Marques de Sapucai, nel Rio de Janeiro, è sicuramente l’unico al mondo.

I colori, la musica, il ritmo e la gioia sono il risultato di uno sforzo congiunto delle persone, ricche e povere, che vogliano dare un tempo ai disagi e per alcuni ore sognare, come in un racconto delle fate, però brasiliana.

Guardalo, sia nel Sambòdromo – l’opera di Oscar Niemeyer, progettato da Darcy Ribeiro, il nostro antropologo che ha capito l’anima del Brasile – sia in televisione, è un gusto instancabile per la varietà dei temi, i costumi, la bellezza dell’arte che sfila all’occhio dello spettatore.

Lyslane Costa è una donna che  vive a Curitiba,sud Brasile, e ha scritto nel Facebook quello che rappresenta il pensiero di molti brasiliani:

“Quando guardo la sfilata delle scuole di samba del Rio, immagino si c’è qualcosa uguale, che corrisponde a questo spettacolo nel pianeta.

Opere e musicale, offuscati da piume e pailleté, svaniscono in palcoscenico più nobile, però purtroppo, tanto poveri paragonato al Sambodromo. E che cosa dire della gioia? Degli oltre tremila voci  cantando storie felici che hanno scelto di raccontare? E ‘sicuramente il più grande spettacolo sulla terra.Poi che mi dà l’orgoglio di essere presente in Brasile.

Sia il giudice, l’ imprenditore, il dottore o l’attore … qualunque cosa … rispetto è tutto per la bellezza delle nostre donne, che tale come dee o dive, dall’alto dei suoi salti, transitano a zig-zag nel sentieri di purpurina.

Che pianificazione è questo che riunisce migliaia in tale cadenza perfetta. Voglio ancora,  un giorno, essere parte di tutto questo.”

Scuole di Samba

Le scuole di samba Vila Isabel, San Clemente, Portela, Imperatriz, Mangueira, Beija-flor, i principali, sono maestosa sfilando. Senza trascurare le piccole che stanno lottando per aprire un posto di rilievo in Sapucai.

Fantasias-Vila-IsabelVila Isabel quest’anno ha fatto l’omaggio al politico Miguel Arraes, celebrando la poesia e cultura della regione del Pernambuco, in B3rasile.

 

3

San Clemente ha parlato di pagliacci, ispirata nella musica brasiliana de carnevale, “Più di mille Clown nel saloto”, mostrando l’irriverenza e la gioia, i colori di uno dei personaggi più importanti nel mondo dell’arte.

Il tema di Portela era Viaggi, Salgueiro un inno al’imbroglione, Imperatriz celebra il 50° compleanno della carriera della cantante Maria Bethania. Tutto, insomma, rappresentano fatti della nostra storia e temi che fanno parte della fantasia popolare.

La frase più detta in Brasile nell’inizio dell’anno è che il paese soltanto funziona solo dopo il Carnevale. E allora?

Ora tanta miseria nel mondo perché il popolo non ha diritto alla baldoria e alcune trasgressioni per alcuni giorni. Ognuno è responsabile per suoi atti e si non, paga il prezzo per  l’irresponsabilità fatta.

Nessuno sa davvero l’origine del carnevale. E ‘noto che è stata anche benedetta dalla Chiesa in passato, per eliminare i demoni nascosti nella psiche umana, in pochi giorni durante l’anno che ha permesso tutto.

 

Comentários Facebook

comentarios

Mari Weigert
Mari Weigert
Mari Weigert é jornalista com especialização em História da Arte pela Escola de Música e Belas Artes do Paraná. Atuou na área de cultura, como jornalista oficial do Governo do Paraná. Durante um ano participou das aulas de Crítica de arte de Maria Letizia Proietti e Orieta Rossi, na Sapienza Università, em Roma como aluna ouvinte. Acredita que as palavras bem escritas educam e seduzem pelos seus significados que se revelam na poética da vida. *IN ITALIANO (Mari Weigert è giornalista e perfezionata in Storia dell' Arte per la Embap, del Brasile. Durante un anno è stato alunna di Critica d'Arte, alla Sapienza Università di Roma. Crede nelle parole ben scritte che seducono per le sue significate in cui rivelano la poetica della vita.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.