La preghiera nel rosario cattolico ha cominciato con l’ispirazione musulmana

Da lufada de vento até cidadã honorária. Essa é Efigênia
21 de Marzo de 2015
Il Bacio
21 de Marzo de 2015
Show all

terco

Quando il tassista che faceva il percorso tra l`aeroporto al centro della leggendaria Istanbul, in Turchia, ha guardato indietro e ha visto il mio panico, allungò la mano e mi ha offerto un Masbahas. Immediatamente la paura è finita e quando ho guardato quell’uomo semplice, che non parlava niente d’inglese (anch’io non parlavo) e nulla di qualsiasi lingua diversa dal turco, ho capito il messaggio. La comunicazione tra di noi è stata fatta solo con un gesto e uno sguardo. “Se hai la fede, non c`è paura”, ha trasmesso il messaggio a me in silenzio, da cuore a cuore.

Un oggetto con significato religioso che ce l’ho fino a oggi come un segno di auguri e talismano di protezione – un filo con piccoli grani, come una specie di collana che finisce con una punta di grani pendente. Proprio come il rosario cattolico.

Masbahas o qualunque sia il nome per ogni popolo – greco o arabo – è utilizzato a meditazioni, preghiere e da chiedere aiuto quando si sente nervoso.

Questo Masbahas non è stato l’unico che ho ricevuto come regalo nella mia vita. Quando ero molto giovane, ho ricevuto l’altro Masbahas da un fidanzato che ha fatto un viaggio in Grecia. Quando me l’ha dato il regalo, ha detto di aver visto diversi uomini con il Masbaha in mano. “E ‘per calmare i nervi”, ha completato.

Perché faccio questa introduzione?

Per dimostrare che il tassista a Istanbul, cosi come l`informazione dal giovane innamorato sono stati i fonti d’ispirazione a essere una devota del Santo Rosario.

Prima di raccontare come mi sono diventata in una devota della preghiera nel rosario, faccio una parentesi e parlo prima del panico e depressione, malattie difficili di avere un efficiente trattamento di cura. Loro si depositano nella mente delle persone senza chiedere il permesso. Purtroppo queste malattie sono state parte della mia vita per un periodo. Anni fa, ho fatto trattamento di cura con medicazione normale e Omeopatia (di Samuel Hahnemann), insieme con la mia fede e la determinazione.

Quando sono stata in Italia a studiare, mia sindrome era  manifestata aggressivamente molte volte. La paura di essere sola la sera, andava e ritornava, senza fine, quando ero nella camera.

Sola…. certo che non la ero. Intanto, come convincere la mia mente che insisteva in mi lasciare in una paura infinita che non mi permetteva dormire.

Il sentimento è orribile.  Cuore batte rapidamente e, come un film, la mente proietta tutte le possibilità di tragedie ….soffoca, manca la respirazione e anche non è possibile pensare.

Questi è uno dei tanti stati di panico che ho sentito durante la malattia. Di qualsiasi modo, sono una guerriera e non mi lascio vincere facilmente. Certo giorno quando la paura è venuta, ho ricordato del mio talismano turco che era con me a Roma e anche dell’informazione del  giovane  fidanzato dela giuventù. “Loro usano per calmare i nervi.”

Ho cominciato ad accarezzare quella filza dei piccoli grani cercando gentilmente cambiare i miei pensieri di paura a uno stato più trascendentale, come una meditazione. Anche ho fatto la preghiera tradizionale, l’Ave-Maria come se fosse un mantra e ha dato risultato buono.

Cosi, piano, piano, è venuta una sorta di sonnolenza per poi essere serena. Ero già più calma.

La storia non finisce qui. Per raggiungere l’uso del rosario cattolico ha molto a raccontare. Quando ho visitato la Basilica di San Pietro in Vaticano, ho trovato migliaia di modelli del rosario cattolico a vendere come souvenir turistici. Io sono una consumista di gingilli turistici e ho comprato diversi, tra cui uno mi ho dato come un regalo. Com’è pratica in tutto il mondo, ho comprato quel rosario imitando petali di rosa e ancora con il profumo del fiore.

Qualche giorno dopo, ancora a Roma, ricevo una telefonata da mia figlia che mi diceva che voleva vivere a Rio de Janeiro perché aveva bisogno di cercare nuovi orizzonti. Questo progetto lei farebbe insieme con un’amica che, al mio punto di vista, non sarebbe  la compagna ideale. Ho ricevuto la notizia come una madre che si preoccupa con il destino della figlia, principalmente perche io vivevo lontana e non poteva fare niente, appena usare le preghiere di protezione. Sapeva che il suo obiettivo era di trovare un compagno e non si giocare un’avventura senza meta.

Ho preso il mio rosario, quello di rose e ho cominciato a fare la preghiera, al mio modo, con Ave Maria e Padre Nostro, senza la formalità cattolica e con le preghiere insegnati dai miei genitori. Con i pensieri fisso nella vita della mia figlia desiderano a lei felicità e la pace.

Dopo una settimana o due, lei mi ha chiamato e ha detto che aveva trovato un “bravo ragazzo”. “Mamma, sono adesso con un fidanzato”, ha detto. “E ‘… bravo!”, ho risposto e timidamente ho domandato a lei: “Non vuoi più vivere a Rio de Janeiro?”. “Non mamma, dice lei. “Quello era solo un’idea”. Oggi lei è sposata con lui.

Molte preghiere mi hanno fatto bene e anche hanno fatto bene a tutte persone che io voglio bene.

Nel caso del mio amore che vive in Italia la preghiera anche è stata un miracolo. Lui faceva la sua tesi per conclusione di laurea universitaria e suo professore era un uomo rigido e temuto. Dopo la preghiera, il professore ha diventato più compressivo e questo ha risultato nella laurea di mio italiano.

La storia è questa: “Qual è il suo nome”, ho domandato a lui.

“Stefano”, mi ha risposto. “Per favore, prega al Dio dei cattolici”, aggiunge lui, pure preoccupato con la diversità religiosa del Brasile. rsss …

Quella notte, prima di tornare in Brasile, con grande fede e pensando nei due – studente e insegnante – ho fatto la preghiera nel rosario.

Nel novembre l’amore mio mi ha scritto felice e anche mi ringraziando dalla preghiera. Un miracolo!

Adesso, segue il mio ragionamento. Un’abitudine che ha cominciato piano, piano, a bassa voce, per risolvere un problema ed è stato impostato in un’altra situazione. Un’abitudine che soprattutto ha rafforzato la mia fede.

Paura mai! Caso sento la sensazione del timore, non ho dubbio, immediatamente cerco il rosario o il Masbahas …

Comentários Facebook

comentarios

Mari Weigert
Mari Weigert
Mari Weigert é jornalista com especialização em História da Arte pela Escola de Música e Belas Artes do Paraná. Atuou na área de cultura, como jornalista oficial do Governo do Paraná. Durante um ano participou das aulas de Crítica de arte de Maria Letizia Proietti e Orieta Rossi, na Sapienza Università, em Roma como aluna ouvinte. Acredita que as palavras bem escritas educam e seduzem pelos seus significados que se revelam na poética da vida. *IN ITALIANO (Mari Weigert è giornalista e perfezionata in Storia dell' Arte per la Embap, del Brasile. Durante un anno è stato alunna di Critica d'Arte, alla Sapienza Università di Roma. Crede nelle parole ben scritte che seducono per le sue significate in cui rivelano la poetica della vita.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.